"Lo assaggi e lo racconti". Per raccontare una sensazione e condividere un attimo, uno scatto, un sorso…

Assaggi più recenti

Tredici anni e non sentirli. Un vino in forma smagliante che cambia sentori nel bicchiere. Un’evoluzione continua per questo Merlot di Montalcino. Il Colle è un piccolo produttore, di cui ho avuto la fortuna di assaggiare un Brunello mio coetaneo la scorsa estate: un 1981 splendido e interessante. Tornando a “Come se..:”, bevuto nella vineria […]

Stavolta ci siamo. Amore a prima vista. Mai l’avrei detto, la mia esperienza (non sterminata, per la carità) mi dava l’impressione che le bollicine di nebbiolo non facessero per me… poi, all’Into The Wine di Pinerolo, ho incontrato Rosanna, il brut rosè di Ettore Germano, uno dei maestri di Serralunga D’Alba. Come tutti i colpi […]

 Non so quanti la conoscano, ma a me la Vespolina, vitigno del Novarese piace molto. All’enoteca Il Grappolo di Pinerolo abbiamo assaggiato la versione dei Mazzoni, piccolo produttore di Ghemme, che si trova a Cavaglio d’Agogna. La bevuta risale ormai a novembre, ma è un vino che può tornare utile quando le temperature saliranno. Per […]

Probabilmente l’ha penalizzato il confronto alla cena delle mele, ma il dolcetto “La matinera” 2015 di Rocche dei Manzoni (Monforte d’Alba) ci ha lasciati un po’ perplessi. Conoscendo la cantina per i suoi interessanti spumanti, confidavamo anche in questo dolcetto. Purtroppo, però, la sua morbidezza ed eleganza sono state sovrastate dal possente arneis di Porello. […]

Su questa bottiglia abbiamo discusso un po’. Personalmente lo ritengo un grandearneis, Luigi era perplesso. Ma poi il Porello 2015 ha parlato, schiacciando nel confronto anche un dolcetto, che recensiremo prossimamente. Marco Porello (Canale di Alba) l’ho conosciuto attraverso il suo roero, ma apprezzo i suoi vini. Soprattutto l’arneis: fruttato e floreale con marcati sentori di pera, […]

Dopo un po’ di casini, torno a scrivere per raccontarvi la seconda parte della nostra cena alla Civetta a Torre Pellice. Dopo il Freisa di Balbiano, abbiamo bevuto un nebbiolo di Carema classico “Etichetta nera” 2013. Un vino che si sposa alla perfezione con il montone lime e arancio, proprio perché ha profumi tenui e agrumati. […]

Il profumo è di quelli rustici, molto naturali. Per dare un’idea, mosti appena svinati, con una piccola puzzetta che ci ha fatto chiedere se fosse la bottiglia o l’annata (non felice) 2014. Comunque Surpreisa, di Balbiano (Andezeno – Chieri) è un vino interessante con una struttura che fa pensare a un grado alcolico maggiore, da […]

Stavolta, la foto non ritrae la bottiglia, ma solo il bicchiere (purtroppo con un riflesso fastidioso) perché il vino bianco biologico 2014 di Ferraro (Montemagno – Asti) va visto. Il colore è inedito per i vini bianchi, denso, verdastro, simile a una tisana. Ci si chiederà il perché, la risposta è semplice: le uve rimangono […]

Spulciando la carta dei vini dei Baloss di Poggio Radicati di Saluzzo, ho trovato questa piccola chicca:  un barolo Ravera del 1997 di Flavio Roddolo (Monforte d’Alba). Annata eccezionale, vino eccezionale (specie con il tenerone stracotto). Elegante, seppur potente come gradazione, profumo intenso. Peccato sia stato aperto solo poco prima del pasto e non si […]

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com